Mercoledì, 12 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Tiro al bersaglio
nel capolinea sud

Un gioco stupido. Che da il senso dell’assoluta mancanza di rispetto per le cose pubbliche. E che fa capire meglio quanto sia difficile muoversi in una città in cui manca il concetto basilare di civiltà. Questo è il capolinea sud del Tram, a Gazzi, che è anche capolinea degli ormai pochissimi autobus che partono verso i villaggi. Le pensiline in cui la gente attende a volte anche per ore i mezzi pubblici sono finite nel mirino dei vandali. Le hanno prese a pietrate. L’obiettivo era sfondare i vetri, e a giudicare dalle condizioni in cui sono ridotte è stato pienamente raggiunto. Le hanno danneggiate tutte, avranno forse anche festeggiato alla fine.
Il risultato è che in ogni pensilina ci sono adesso grossi buchi, il resto dei vetri è rigato, toccherà sostituirli, tutti, sperando che il gioco non ricominci, dopo.
Un gioco stupido che pagano tutti i messinesi, come sempre accade in questi casi. Il comune non ha un soldo ma dovrà trovare una soluzione per evitare che questi vetri diventino addirittura pericolosi per la popolazione. Considerati i precdenti, è facile immaginare come finirà. Stavolta li sostituirà, la prossima lascerà le pensiline senza vetri e protezioni.
Insomma, il gioco stupido che ha provocato questi danni, per il momento ai cittadini costerà denaro pubblico che poteva essere speso altrove, per rendere più belli altri luoghi. Più avanti potrebbe portare all’eliminazione di un servizio, o meglio di una parte del servizio offerto ai cittadini.
Chissà se chi ha lanciato le pietre contro le pensiline ha pensato a questo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X