Lunedì, 24 Settembre 2018
NUOVI APPRODI

Tremestieri va
alla “Coedmar”

porto tremestieri, Messina, Archivio

Sarà la “Coedmar” a realizzare la piattaforma logistica e il nuovo scalo portuale di Tremestieri. Il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso presentato dalla ditta Sigenco, che era risultata la prima aggiudicataria dell’appalto bandito nel gennaio 2010, e ha accolto le motivazioni del legale della società veneta (ha sede a Chioggia), il professor Mario Caldarera.  Torniamo indietro di tre anni. All’inizio del 2010 il sindaco di Messina, nella sua veste di commissario delegato per l’emergenza traffico, procede all’indizione dell’iter di gara per l’affidamento della progettazione e realizzazione del nuovo porto di Tremestieri, con un importo a base d’asta di 80 milioni di euro. La procedura di gara si svolge in diciassette sedute, tra il 28 maggio e il 28 luglio del 2010. Poi, viene stilata la graduatoria finale: al primo posto, con un punteggio di 90,306, l’impresa catanese Sistemi Generali Costruzione Spa (Si.Gen.Co); al secondo, la Nuova Coedmar Srl, capofila dell’associazione temporanea di imprese costituita assieme al Consorzio Cooperative Costruzioni (Ccc), con un punteggio di 86,44. Il 30 luglio 2010 la gara viene aggiudicata provvisoriamente. Passa un anno e il 22 agosto 2011 si procede all’assegnazione definitiva. E il contratto viene sottoscritto il 9 marzo 2012.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X