Mercoledì, 19 Settembre 2018
STADIO S.FILIPPO

Giovedì la gara
per ricostruzione
muro crollato

muro crollato, s.filippo, Messina, Archivio

Un’opera dalla quale possono anche passare le fortune della principale squadra di calcio della città, i cui dirigenti stanno attendendo con ansia per far partire un progetto legato allo sfruttamento dello stadio. Intanto, una maggiore capienza che oggi è di 6900 spettatori, poi, il completo ripristino della viabilità intorno all’impianto in modo da poter raggiungere tutti i parcheggi. La ricostruzione del muro crollato nella notte tra il 5 e 6 maggio di due anni fa, infatti, è opera propedeutica per il rifacimento dell’arteria che circonda lo stadio. Un appalto da 684 mila euro compresi gli oneri per la sicurezza che palazzo Zanca aggiudicherà all’impresa che giovedì mattina avrà avanzato la migliore offerta. La gara si terrà alle 10 nei locali del dipartimento urbanizzazioni primarie e secondarie. La consegna dei lavori avverrà solo dopo che il comune avrà ottenuto l’ok dalla cassa edile sulle credenziali dell’impresa vincitrice. Per questo potrebbe trascorrere circa un mese. Se l’impresa, invece, dovesse essere in possesso del Durc si procederebbe immediatamente. Il progetto esecutivo, già approvato dal Genio civile,  prevede la ricostruzione della parte in elevazione del concio su pali, il ripristino dei manufatti danneggiati, la messa in sicurezza degli altri conci esistenti ed il loro consolidamento attraverso l’impiego di tiranti di ancoraggio. Saranno inoltre ripristinati le porzioni di recinzione ed i manufatti in calcestruzzo, le parti dell’impianto di illuminazione dell’area di accesso allo stadio, danneggiati dal crollo del muro.  210 i giorni previsti per l’esecuzione delle opere a partire dalla data di consegna. Insomma se tutti i tempi dovessero essere rispettati, per i primi di marzo il problema potrebbe essere risolto. Il che vorrebbe dire che il Messina potrebbe usufruire di una capienza maggiore per le ultime gare della prossima stagione mentre nel corso dell’estate 2014 si potrebbero organizzare manifestazioni di grande richiamo, in modo da ricavare quelle risorse da reinvestire nel progetto calcistico. Ecco perché dalla ricostruzione di questo muro, possono scaturire le sorti della principale squadra della città.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook