Giovedì, 24 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
ALLA PROVINCIA

I dipendenti Aicon
chiedono il lavoro

lavoratori aicon, Messina, Archivio
aicon

Hanno diritto alla mobilità, ma vorrebbero che diventasse una sorta di stipendio. Non accettano l’idea di prendere soldi senza lavorare, chiedono con quei soldi di essere impiegati in qualche modo dalle pubbliche amministrazioni. Per dare un senso a un sussidio che altrimenti un senso non ce l’ha. I licenziati dell’Aicon sono pronti a tornare a lavoro. Come avevano già fatto gli ex Sicilia Limoni e Triscele, hanno lanciato l’idea di utilizzare il sussidio a mo’ di stipendio per un’attività diversa.
Intanto anche domani, nel giorno della festa del lavoro, saranno davanti alla Provincia. Per loro non c’è molto da festeggiare. C’è solo la voglia di trovare una soluzione per uscire da questo incubo.Nei giorni scorsi il consiglio provinciale aveva chiesto una seduta straordinaria a Palermo dedicata agli ex Aicon e agli altri lavoratori che vivono situazioni simili in città. La questione è aperta, i lavoratori licenziati dall’Aicon sperano che possa servire a cambiare le cose.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X