Lunedì, 21 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

Pm aggiunto di Messina
difenderà Di Matteo

nino di matteo, sebastiano ardita, Messina, Archivio
giustizia

Sarà Sebastiano Ardita, procuratore aggiunto a Messina, a "difendere" il pm di Palermo Nino Di Matteo nel procedimento disciplinare aperto a suo carico dal pg della Cassazione. L'avviso dell'avvio del procedimento è stato notificato al sostituto nelle scorse settimane. 

Sotto "inchiesta" è finito anche il procuratore Francesco Messineo che ancora non avrebbe indicato un difensore. Nei procedimenti disciplinari i magistrati possono farsi assistere da colleghi o da avvocati. L'azione del pg nasce da un'intervista rilasciata a giugno da Di Matteo: per il procuratore generale della Cassazione il pm avrebbe rivelato l'esistenza delle telefonate intercettate tra l'ex ministro Nicola Mancino e il capo dello Stato, violando il dovere di riserbo a cui è tenuto. A Messineo si contesta, invece, il non avere segnalato la violazione del suo sostituto. L'iniziativa del pg potrebbe chiudersi con la richiesta di archiviazione o con quella di incolpazione: su entrambe dovrà pronunciarsi il Csm.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X