Giovedì, 13 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
DIRITTO ALLO STUDIO

La Cgil propone
una legge regionale

scuola, Messina, Archivio

Ticket mensa, servizio scuolabus, palestre, laboratori, strutture scolastiche a norma. E’ questa una corretta presenza dello Stato nella vita dei nostri piccoli cittadini eppure tutto questo a Messina è solo un miraggio. A denunciarlo la FLC CGIL che ha presentato stamani una proposta per una legge regionale sul diritto allo studio per tutti e che chiedono sia approvata in tempi rapidi dal governo Crocetta. Per illustrare l’iniziativa è stata scelta non a caso la scuola Albino Luciani di Fondo Fucile balzata agli onori delle cronache nelle settimane scorse per i gravi problemi denunciati dai genitori degli alunni.  Alla conferenza hanno partecipato anche la Rete regionale degli Studenti Medi e la Rete di Aggregazione Studentesca. La FLC CGIL sottolinea ancora che recentemente, un ricerca di Save the clildren ha contato nel Mezzogiorno d'Italia 314 mila ragazzi tra i 6 e i 17 anni definiti ‘disconnessi culturali' che nell'ultimo anno non hanno letto un libro, varcato la soglia di un cinema, avuto accesso a Internet. Dati allarmanti che non possono essere sottovalutati e meritano un’analisi accurata. La petizione popolare andrà avanti fino al 30 Aprile  presso le sedi della CGIL e in molte scuole cittadine.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X