Lunedì, 24 Settembre 2018
VERSO PALAZZO ZANCA

Il Pdl messinese
pronto alla sfida

castiglione pdl messina, Messina, Archivio
castiglione pdl

L’incontro con la stampa nella nuova sede provinciale del pdl. “Da sette anni circa- esordisce l’on Nino Germanà- non avevamo una sede e questo è anche un segnale di ripartenza”. Ma, nonostante il luogo, manca proprio il coordinatore provinciale,  l’ex sindaco Giuseppe Buzzanca, quasi a sottolineare che, nonostante l’on. Enzo Garofalo getti ancora acqua sul fuoco, la crisi con gli ex an è più che profonda. E infatti, quasi in conclusione di incontro, si sfiora  l’argomento  riorganizzazione degli organismi istituzionali. La presenza del coordinatore regionale Giuseppe Castiglione a suggello dell’inaspettato risultato siciliano  del 33,39%  alle politiche, numero che campeggia sul manifesto alle spalle del tavolo e che- commenta Castiglione- tinge di nuovo d’azzurro la Sicilia. Ma la soddisfazione più grande la dà proprio la provincia di Messina, la più pidiellina della regione e dove il partito di Berlusconi torna ad essere il primo, ribaltando il risultato delle regionali. Dall’analisi del voto si passa ai programmi imminenti che vedono l’approssimarsi di due appuntamenti importanti come la discussione all’ars del disegno di legge del presidente Crocetta sull’abolizione delle province e quindi le amministrative di maggio. “Sul ddl faremo le barricate in aula”- annuncia Germanà, il quale non perde l’occasione per denunciare un certo immobilismo dell’assemblea, convocata- aggiunge- soltanto una volta alla settimana. Sulle province  il pdl –conferma anche il presidente esodato Nanni Ricevuto (è lui che si  definisce così)- chiede l’ eliminazione degli sprechi, la rimodulazione delle funzioni e addirittura il potenziamento. Il pdl del nuovo corso- così lo ha ribattezzato  lo stesso Germanà- si mostra molto agguerrito, si annuncia pronto ad affrontare le amministrative con programmi e squadre forti. Ma sul nome del candidato sindaco di Messina- che poi era la curiosità di tutti i giornalisti presenti in sala-  si dovrà ancora aspettare qualche giorno. Una sola cosa è sicura. Niente primarie.    

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X