Giovedì, 13 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
SOLUZIONE

A Camaro in dirittura
d'arrivo il parco

Un milione 750 mila euro l’importo dei lavori. E’ questione di giorni assicurano i responsabili dello Iacp e dell’impresa Mecoin di Milazzo che sta realizzando il parco urbano di Camaro S.Antonio nell’area sbaraccata che si trovava sotto la chiesa. La struttura più complessa che fa parte di questo progetto, realizzato dall’architetto Giovanni Rinaldo dello Iacp, sta per essere completata. Si tratta di un anfiteatro che una volta realizzato sarà alto 12 metri e prevede 500 posti a sedere disposti a semicerchio e due ampie sale espositive sotto la gradinata.  In queste nicchie ai lati, secondo quanto previsto dal progetto, saranno collocate le statue equestri dei giganti Mata e Grifone, nativi secondo la leggenda di Camaro, che potranno essere conservate qui per tutto l’anno invece che nell’inadatto deposito parzialmente coperto di via Catania. Una volta completata la parte strutturale infatti, rassicura il geometra Puglisi direttore operativo del cantiere, si procederà a posizionare una copertura a volta dell’anfiteatro  con dei sostegni per i proiettori che illumineranno l’anfiteatro, la piazza e l’intero complesso che sarà così utilizzabile per tutto l’anno. Nella restante parte sarà realizzata una grande piazza ovale con spazi attrezzati per i giochi dei bambini, scalinate di collegamento e accessi per disabili. Insomma finalmente verde e spazi pubblici per un quartiere ad alta densità di popolazione che da anni aspettava una simile opera. Si tratta di un vero e proprio riscatto sociale, sostiene il consigliere della circoscrizione Libero Gioveni, che da sempre ha seguito questa farraginosa vicenda, che ha comportato tra l’altro avvicendamenti ai vertici dello Iacp, commissariamenti e persino le lungaggini dovute allo smaltimento di una grandissima quantità di amianto. Un’area di circa seimila metriquadri che fino al 20 novembre 2003 era un ghetto degradato, pieno di baracche e casette ultrapopolari e che a distanza di 10 anni segnerà l’affrancamento di un intero rione. Tra le proposte di molti cittadini della zona l’installazione nel parco di un mezzobusto raffigurante mons. Giuseppe Malgioglio, parroco per 36 anni della chiesa di S.Paolo Apostolo, scomparso nel 2005.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X