Mercoledì, 12 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
SMOTTAMENTO

Frana Camaro,
situazione più grave
del previsto

frana camaro, Messina, Archivio
frana camaro

E’ più grave del previsto la situazione in contrada Luce a Camaro dove sabato sera una frana staccatasi da un costone roccioso ha raggiunto alcune abitazioni. Quattro famiglie con tre bambini sono state costrette a lasciare le case e da due giorni sono ospitate  in una pensione di Ganzirri. Ma al momento è impossibile prevedere quando potranno tornare nelle loro abitazioni. I sopralluoghi eseguiti sabato sera dai Vigili del Fuoco e ieri dai tecnici della Protezione civile comunale hanno evidenziato una situazione a dir poco allarmante.  Le case sorgono sotto un canalone attivo che continua a sbriciolarsi. E’ bastata una pioggia non particolarmente intensa come quella di sabato per provocare la frana che si è abbattuta per fortuna solo su un capannone in cui sono custoditi  mezzi meccanici ed ha sfiorato le abitazioni. Ma, secondo i tecnici della protezione civile, un altro temporale potrebbe provocare nuove frane. E c’è di più. La fortissima pendenza  del costone farebbe rimbalzare i massi facendoli finire direttamente sui tetti delle case con le conseguenze facilmente immaginabili. L’unica soluzione al momento sarebbe la messa in sicurezza del costone in particolare con l’installazione di barriere paramassi come accaduto in vari punti di Giampilieri. Ma questo intervento ha costi altissimi, proibitivi per le possibilità del Comune. Ma una via d’uscita è necessaria per consentire a nove famiglie di poter tornare a casa. E, intanto, il territorio continua a franare, il dissesto idrogeologico è inarrestabile come dimostra la frana che giovedì scorso ha invaso la strada provinciale che conduce a Larderia e nei giorni scorsi l’arteria che collega Cumia Inferiore a Cumia Superiore.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X