Martedì, 13 Novembre 2018
RESTAURO ULTIMATO

Accademia peloritana dei
Pericolanti, un piccolo
gioiello torna a splendere

accademia pericolanti, Messina, Archivio

  Nel 1846 all’Accademia peloritana dei Pericolanti venne assegnata una sede e nel 1878, grazie all’iniziativa del solerte Antonio Catara-Lettieri, si diede avvio alla pubblicazione annuale degli Atti accademici per accogliervi le comunicazioni e le relazioni dei soci. Nei giorni scorsi la prestigiosa sede al piano terra nei locali del Rettorato è stata riaperta, dopo i recenti lavori. Il progetto di restauro è stato redatto dall’architetto Umberto Giorgio, il quale ha anche seguito, fino al completamento finale, tutte le diverse fasi della direzione lavori. L’obiettivo principale del progetto, voluto dal rettore, è stato il recupero delle originarie peculiarità stilistico-formali del manufatto architettonico, ottenuto anche attraverso la rivalorizzazione (o la ricostituzione) di tutti i molteplici elementi accessori ed organici alla biblioteca stessa: stucchi, lampadari, appliques, vetrate ed inoltre tutti gli arredi , come la cattedra, i tavoli, le poltrone e le sedie per il pubblico ed in particolare le grandi librerie-boiserie che rivestono le pareti perimetrali della salone principale nonché ii due grandi portoni di legno (con grate di ferro battuto e vetro), collocati sul prospetto nord della stessa sala. Nel corso dei lavori, inoltre, è stata rinvenuta, impietosamente mascherata da un pavimento di linoleum, anche l’antica pavimentazione in graniglia di cemento con cornice di decoro che, successivamente, è stata accuratamente restaurata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X