Martedì, 18 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Intimidazione contro
chi ha sparato
alla Bmw X5

durante, Messina, Archivio
furgone bruciato durante

Sabato, intorno alle 22.30, un furgone Iveco Daily prende fuoco sul viale Regina Margherita, davanti alla rivendita di gas e gpl di Giuseppe Durante. Le fiamme vengono domate dai vigili del fuoco prima che raggiungano il vano posteriore, dove sono custodite venti bombole. Si tratta di un’intimidazione ai danni di Durante, che mercoledì
scorso è finito in manette, assieme a Massimo De Simone, con la pesante accusa di tentato omicidio. Il commerciante, durante un inseguimento tra la Fiat Punto su cui si trovava col collega, e una Bmw X5 (con a bordo due donne e un bambino di appena un anno), ha esploso quattro colpi di pistola, all’altezza del marcato di Sant’Orsola.
I proiettili hanno centrato la carrozzeria del Suv, fortunatamente non i passeggeri, poi rifugiatisi nella Stazione dei carabinieri di Giostra. Nel corso dell’interrogatorio in carcere, Durante ha raccontato di aver agito perché vittima di una persecuzione da parte di un’altra famiglia, con cui di recente si sono verificati forti dissidi.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X