Mercoledì, 12 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Il piano anti-crisi
del commissario Croce

Queste le principali criticità che «ostacolano la normale attività di amministrazione del Comune»: incapacità a riscuotere crediti, tributi, ad incassare le contravvenzioni al Codice della Strada, ad incassare il credito di 28,5 milioni nei confronti dell’Amam. Incapacità a dismettere il patrimonio immobiliare e a ridurre il consistente ammontare dei fitti passivi, attraverso l’utilizzo ottimale degli immobili di proprietà. Affidamento a terzi di servizi che potrebbero essere svolti in economia dal Comune o da società partecipate
o controllate. Consistente numero di cause per incidenti e buche. Costo del personale che incide per 84,6 milioni; Incapacità ad esercitare un effettivo controllo sulle società
controllate. Costo dei servizi a domanda individuale coperto solo per il 6,8%.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X