Martedì, 18 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
LA RISPOSTA DELL'ATO

Trimboli "Non voglio violare la legge"

messinambiente trimboli, Messina, Archivio

Dopo le dichiarazioni del Commissario Croce sul muro contro muro che vede protagoniste Ato 3 e MessinAmbiente, c'è da registrare la risposta del Commissario liquidatore della società d'ambito Michele Trimboli . Ve le presentiamo integralmente.

"Le dichiarazioni rilasciate dal dott. Croce mi costringono, ancora una volta, a ribadire che non ho alcuna intenzione di violare la legge al di la' di  "pareri" del Commissario Straordinario che, com'e noto, non e' piu' il  Procuratore della Repubblica di Messina.

In questi due mesi, sempre nel rispetto della legge, ho fattivamente contribuito, assumendomi tutte le responsabilita' derivanti dalla carica che ricopro, alla soluzione dei gravi problemi economici del Comune di Messina che si ripercuotono sul sistema di igiene ambientale cittadino.

Sono ancora in attesa di ricevere oltre 12,5  milioni di euro per i servizi gia' resi nell'anno in corso, mentre per gli anni precedenti il credito dell'ATO ammonta a quasi 21 milioni.

Prendo atto che si vuole trovare a tutti i costi un capro espiatorio che pur avendo svolto diligentemente il proprio dovere si vuole rimuovere. 

Sono costretto, tuttavia, a tutelare la mia onorabilità e la Società che rappresento e per questo ho gia' comunicato al Commissario Straordinario che dell'intera vicenda trasmetterò una dettagliata relazione al  Procuratore della Repubblica di Messina chiedendo di essere sentito con urgenza  ed alla Procura  Regionale della Corte dei Conti. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X