Mercoledì, 19 Settembre 2018
CALCIO

Pro Cavese-Messina
a porte chiuse

pro cavese messina, Messina, Archivio
Pro Cavese-Acr Messina si giocherà al “Simonetta Lamberti” ma a porte chiuse. Lo ha deciso il giudice sportivo per le intemperanze dei tifosi campani nella trasferta di domenica scorsa a Licata. Nella fattispecie i tifosi della Pro Cavese sono accusati di aver costretto l’arbitro, a causa delle intemperanze di cui si sono resi protagonisti, a sospendere la partita per sei minuti, per aver danneggiato le auto parcheggiate nelle adiacenze dello stadio e per aver ritardato l’uscita dall’impianto sportivo della terna arbitrale.  Sulla sanzione ha pesato la precedente diffida a carico della società campana multata anche di 1500 euro.
Questa decisione penalizza anche i tifosi del Messina che, quindi, non potranno recarsi a Cava per assistere all’incontro.

Intanto le due formazioni messinesi guardano già a domenica. La squadra dal rendimento più alto nelle ultime cinque partite è il sorprendente Comprensorio Montalto che, totalizzando ben 13 punti, ha agguantato la quarta posizione e adesso intravede anche la possibilità di salire ancora più in alto. Alle sue spalle, con 11 punti, c’è il Ribera di Brucculeri, prossimo avversario del Città di Messina. Gli agrigentini stanno dimostrando di non essere bravi solo sul campo in terra battuta, ma di avere gioco ed idee. I numeri, poi, dicono che, ad esempio, ha segnato solo un gol in meno dell’Acr Messina e ha incassato le stesse reti.
La squadra di Rando è, quindi, avvisata sulla difficoltà dell’impegno. L’obiettivo è la vittoria per rimanere nella scia delle migliori prima delle sfide difficili in trasferta con Savoia e Montalto e dell’impegno di Coppa Italia a Torre del Greco mercoledì prossimo. Il Città di Messina vuole far valere il peso del Celeste dove ha centrato cinque vittorie in altrettante uscite e quello del suo attacco, il più prolifico del girone con 21 gol realizzati, una media, in pratica, di 2 a partita, merito di schemi consolidati e della capacità realizzativa di attaccanti e centrocampisti. Impegno complicato anche l’Acr Messina che sarà, invece, opposto alla Pro Cavese, reduce da un filotto positivo, 9 punti nelle ultime cinque giornate, in media con l’obiettivo salvezza della società campana. I giallorossi, invece, continuano ad avere un passo regolare, ed in attesa di rinforzarsi sul mercato con un paio di pezzi, un centrocampista e, probabilmente, un attaccante, cercheranno l’acuto anche lontano dal S.Filippo. La vetta è ad un punto solo, ma con la Gelbison degli ultimi tempi è meglio non rischiare. Quando il gioco d’attacco tornerà ad essere più incisivo, l’Acr Messina dovrebbe risolvere i suoi attuali problemi offensivi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook