Sabato, 19 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
MALTEMPO

Si contano i danni,
rotta condotta
in Via S.Marta

maltempo, Messina, Archivio
condotta idrica rotta

Anche stamattina i vigili del fuoco sono dovuti intervenire in diversi punti della città con le idrovore per continuare ad aspirare l’acqua che durante il nubifragio di ieri ha invaso moltissimi cantinati. Ma non sono solo questi i problemi causati dalla fitta pioggia di ieri pomeriggio. Frane, smottamenti, allagamenti si sono verificati in moltissime zone soprattutto nei villaggi e nella provincia. Le immagini che vi proponiamo sono state girate a Zafferia nel sottopasso che collega la vecchia comunale con la statale 114. In questo punto una macchina era rimasta intrappolata nell’acqua alta. E’ stato provvidenziale l’intervento dei vigili del fuoco ma anche di alcuni volontari per consentire al mezzo di riprendere la sua marcia. Sulla statale soprattutto nella zona di Tremestieri ma anche in città la grande quantità d’acqua ha paralizzato la circolazione veicolare. Lunghe file si sono create lungo la cortina del porto dove le macchine dovevano procedere a passo d’uomo perché immerse per una buona parte nell’acqua che si è raccolta. Situazione simile in due strade del centro cittadino cioe la Via La Farina e  la Via Garibaldi soprattutto nel tratto compreso tra il teatro Vittorio Emanuele e l’incrocio con la Via Primo settembre. In queste due arterie, ma anche sul Viale della Libertà il problema è sempre lo stesso. L’acqua non trova una naturale via di fuga per via dei cordoli del tram e dello spartitraffico e si formano vere e proprie piscine. Ieri gli automobilisti e per i pedoni hanno dovuto affrontare un altro problema: evitare di imbattersi nella miriade di sacchi di spazzatura che galleggiavano come gondole in molte zone della città. La forza dell’acqua infatti ha travolto moltissimi sacchetti di spazzatura accatastati accanto ai cassonetti.     

I danni del maltempo sono ancora evidenti in via S. Marta. L’acqua continua a scorrere copiosa su questa arteria a causa della rottura di una condotta. Si tratta di acqua potabile che fuoriesce dalla sede stradale che, oltre allo spreco, può causare smottamenti nelle vicinanze. Gli abitanti della zona per diverse ore questa mattina hanno richiesto l’intervento delle enti preposti alla soluzione di questo inconveniente.

Il maltempo di ieri ha tenuto impegnati i vigili del fuoco anche nella mattinata odierna. In via Tommaso Cannizzaro sono dovuti intervenire per mettere in sicurezza i balconi di una palazzina dalla quale si staccavano pezzi di cornicione. Analoga operazione anche in un edificio di via Centonze. In qualche negozio anche oggi è stato necessario aspirare l’acqua penetrata durante il nubifragio. A Mili invece, l’intervento ha riguardato un piccolo smottamento che invadeva la sede stradale.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X