Sabato, 20 Ottobre 2018
SCILLA

Messinese accoltella
convivente in Calabria

Una lite in piena notte e per poco non ci scappa la tragedia: una donna ferisce il compagno sdraiato a letto e il malcapitato finisce ricoverato in prognosi riservata agli Ospedali Riuniti di Reggio, dopo essere stato operato nella mattinata di ieri per una lesione alla milza. Lei è una messinese di quarantaquattro anni, Adriana Rinciari,
residente con il compagno (del quale non sono state diffuse le generalità) da poco meno di due anni a Scilla. È stata arrestata alle prime luci dell’alba di ieri, dopo una nottata convulsa con la perquisizione dei militari della Compagnia dei carabinieri di Villa San Giovanni e la prima ricostruzione dell’accaduto fornita dal cinquantaquattrenne
accoltellato. Rinciari è accusata di tentato omicidio ai danni del proprio compagno convivente. Secondo quanto emerge dalla ricostruzione fatta fin qui dagli inquirenti, i carabinieri di Scilla e Villa sotto le direttive del capitano Davide Occhiogrosso, i due erano già a letto nell’abitazione dove vivono a Scilla. Scatta una lite, per motivi non meglio precisati, e quindi la donna avrebbe preso un coltello da cucina e ferito il compagno con un paio di fendenti. L’uomo, dopo le prime cure, è stato ricoverato in prognosi riservata a seguito delle ferite riportate. A destare preoccupazione la lesione alla milza.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X