Martedì, 05 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Amministrative 2022

Home Amministrative 2022 Basile, una festa dietro l’altra. In piazza per il compleanno e l’elezione
AGENDA PIENA

Basile, una festa dietro l’altra. In piazza per il compleanno e l’elezione

di
Oggi inizia la prima settimana di lavoro: subito la Giunta e poi la riunione con i dirigenti

La prima settimana da sindaco. Federico Basile la comincerà con l’incontro con il presidente dell’Acr Sciotto. Obiettivo salvare la squadra e scongiurare una nuova ripartenza. Da lì in poi Federico Basile avrà l’agenda piena di visite istituzionali (proseguiranno per tutta la settimana) e primi incontri programmatici con la sua squadra.

Oggi è prevista la prima seduta di giunta. Un approccio con la squadra che sarà utile a capire anche il metodo di lavoro del neo sindaco. Appassionato di applicazioni digitali, ha un archivio che contiene un po’ tutti i “segreti” del bilancio comunale. D’altro canto, è stato due volte revisore dei conti, poi esperto del sindaco e quindi direttore generale. Sarà lui a tenere i cordoni della borsa in Giunta. Ma le idee, le proposte, arriveranno dagli assessori che, immaginiamo, non vedono l’ora di riprendere il lavoro da dove l’avevano lasciato.

La squadra, certo parte dal vantaggio di conoscere fatti, uomini e cose di Palazzo Zanca ma i quattro mesi trascorsi dalla notte di San Valentino, quella delle dimissioni, in una macchina complessa come quella del Comune non è un tempo così breve da poter ripensare che il filo si possa riannodare in pochi giorni.

Sempre oggi la prima riunione con i dirigenti del Comune e dovrebbe anche avvenire il passaggio di consegne con il commissario Leonardo Santoro. Un atto formale che serve a dare autonomia “di cassa” al nuovo sindaco. Un passaggio che, in linea teorica, può anche avvenire attraverso la segretaria generale o un dirigente.

La festa

A piazza Unione Europea, Basile ha festeggiato i suoi 45 anni. Ad auto invitarsi oltre mille messinesi che hanno condiviso la sua esperienza elettorale e , una settimana fa, anche il successo al primo turno. Sul palco si alternano i leader di Sicilia Vera e chi ha deciso di fare un percorso comune. C’è anche Nino Germanà, deputato di Prima L’Italia che “letto” prima degli altri dove tirasse il vento più forte, si è sganciato, per le amministrative, dal centrodestra e ha trovato un nuovo alleato. «Non ho chiesto nulla a Cateno De Luca – dice – il nostro è solo un apparentamento tecnico. E a chi mi dice che non avrò nemmeno un assessore, dico che io di assessori ne ho 9 in questa amministrazione. Rappresento il primo partito del centrodestra e non ci vendiamo per una poltrona».

Basile, dopo tre mesi di campagna elettorale, è spigliato anche su quel palco, davanti ai riflettori dai quali fuggiva quando era solo l’uomo dei conti. La sua vita è stata rivoluzionata in una stagione.
«Negli ultimi tre giorni ho passeggiato con la fascia di sindaco per le strade della mia città con la processione di Sant’Antonio, sabato ero a Taormina dove ho incontrato il presidente Mattarella e oggi sono stato al Corpus Domini, sempre cinto dal tricolore. Chi lo avrebbe mai detto? , La nostra fortuna – dice – è che io, quella persona che ha fatto queste cose nei suoi primi tre giorni, è esattamente come voi».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook